ffcnews

Per valorizzare
la professione del farmacista

Cosmofarma 2020. Si riunisce la categoria: Fofi, Federfarma, Fondazione Cannavò e Utifar di nuovo insieme

L'accordo per la prossima edizione della manifestazione, in programma dal 17 al 19 aprile, è stato annunciato durante una conferenza stampa congiunta, tenutasi presso l'Ordine dei Farmacisti delle Province di Milano, Lodi e Monza Brianza. Mandelli (Fofi): "La partecipazione e il patrocinio, da quest’anno, della Federazione nascono dalla nostra politica mirata a essere sempre al fianco di tutte le componenti del nostro mondo".

Rassegna Stampa     Notizie    

Un accordo strategico per dare ulteriore forza a Cosmofarma, la manifestazione dedicata al mondo della farmacia, è stato annunciato oggi durante una conferenza stampa congiunta, tenutasi presso l'Ordine dei Farmacisti delle Province di Milano, Lodi e Monza Brianza.

Dall’unione tra Fofi, Federfarma, Fondazione Francesco Cannavò e Utifar nasce la volontà di rendere la prossima edizione Cosmofarma, in programma dal 17 al 19 aprile, "un’opportunità irrinunciabile nel panorama delle fiere internazionali di settore, un'occasione di aggiornamento, confronto e discussione per gli operatori del comparto, in un contesto normativo come quello farmaceutico in costante evoluzione".

“Cosmofarma è da sempre un momento di incontro importante per la farmacia italiana e per i colleghi che operano sul territorio, – dice Andrea Mandelli, Presidente Fofi – una manifestazione che suscita interesse in tutto il sistema salute italiano. La partecipazione e il patrocinio, da quest’anno, della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani nascono dalla nostra politica mirata a essere sempre al fianco di tutte le componenti del nostro mondo, per riaffermare i valori della professione, la sua spinta al cambiamento e al confronto con tutti gli attori del comparto. Sono certo che la collaborazione tra Federfarma, Fondazione Cannavò, e Utifar sarà fondamentale per aggiungere nuovi contenuti, al di là dell’aspetto espositivo, a questa manifestazione.”“Sono pienamente soddisfatto di quest’accordo, che segna un momento decisivo nella storia di Cosmofarma – dice Marco Cossolo, Presidente Federfarma. Tutte le componenti del settore – in rappresentanza di titolari, collaboratori e mondo professionale – hanno deciso di unire le forze
per imprimere una svolta alla manifestazione che ormai da anni rappresenta un appuntamento irrinunciabile per la Farmacia italiana. Ampliando l’offerta culturale con convegni e incontri mirati, l’evoluzione di Cosmofarma ben si accorda con l’obiettivo di Federfarma, Fofi, Fondazione Cannavò e Utifar di operare congiuntamente per una farmacia sempre più legata al territorio e capace di rispondere efficacemente alle esigenze di salute di una popolazione che sta vivendo un profondo cambiamento sociodemografico.”

“La Fondazione Cannavò è convinta partner di Federfarma e Utifar nella realizzazione, con il patrocinio della Fofi, di un’iniziativa che rappresenta un consolidato momento di utile confronto, in particolare oggi che la professione e la farmacia italiana, quale presidio sanitario polifunzionale de territorio, sono chiamati a svolgere ruolo e funzioni strategiche per la tutela della salute e la sostenibilità del sistema sanitario – dice Luigi D’Ambrosio Lettieri, Presidente Fondazione Francesco Cannavò – coerentemente con la mission della Fondazione Cannavò, che è nata per valorizzare sotto tutti gli aspetti la nostra professione, ci impegneremo a dare il nostro contributo soprattutto sui temi tecnici e scientifici, per accrescere il patrimonio di saperi e competenze necessari al farmacista per affrontare le sfide sempre più impegnative della nuova governance sanitaria e delle politiche del welfare.”

“La collaborazione tra Utifar, Fofi, Federfarma e Fondazione Cannavò con Cosmofarma, rappresenta un importante valore aggiunto per consolidare il ruolo di rilievo della manifestazione, teatro di idee feconde per il nostro settore – dice Eugenio Leopardi, Presidente Utifar – in un momento di grande evoluzione della farmacia, in cui il farmacista, oltre alla dispensazione di farmaci e consigli, si occuperà anche di offrire servizi, la sinergia tra queste importanti sigle della categoria, certamente fornirà il giusto indirizzo, attraverso un appropriato programma scientifico, che accompagnerà la vision delle più importanti novità del settore.”


©   Quotidiano Sanità

Sostienici con il 5X1000

Sostieni la Fondazione Francesco Cannavò con il tuo 5X1000. A te non costa nulla - essendo una quota d'imposta a cui lo Stato rinuncia - sostieni il farmacista e la sua formazione.
Come fare? È davvero semplice:

  • Compila il modulo 730, il CU oppure il Modello Unico;
  • Firma nel riquadro "Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale...";
  • Indica il codice fiscale dell'associazione: 07840931005;
  • Anche chi non compila la dichiarazione dei redditi, ovvero chi ha solo il modello CU fornitogli dal datore di lavoro o dall'ente erogatore della pensione, può destinare il 5x1000.

C.F. 07840931005

vedi anche